L'economia sta migliorando. Perché così tante persone continuano a non rimborsare i prestiti agli studenti?

Amûrê Me Biceribînin Ji Bo Çareserkirina Pirsgirêkan

L

Il miglioramento dell'economia non sembra aiutare i mutuatari in difficoltà con i prestiti agli studenti.

Shutterstock

Gli studenti non stanno solo assumendo di piùdebito del prestito studentescocome mai prima d'ora, molti stanno ancora lottando per ripagarlo quando lasciano il college. E mentre l'economia sta migliorando, il prestito studentescodelinquenza e defaultle tariffe non lo sono.

Questo non è quello che ti aspetteresti. È naturale che le persone inizino a rimanere indietro con i debiti quando l'economia è in recessione. Con il peggioramento della recessione, i tassi di insolvenza sono aumentati per le persone con tutti i tipi di debito dei consumatori. Alla fine, però, man mano che l'economia migliora, ciò che sale dovrebbe tornare indietro.

È successo con i mutui, i prestiti auto e il debito delle carte di credito. Ma finora non sta accadendo con i prestiti agli studenti.

I prestiti agli studenti sono l'eccezione man mano che l'economia migliora

Secondo quasi tutti i parametri, una percentuale ancora più elevata di mutuatari di prestiti agli studenti ha difficoltà a pagare oggi rispetto al 2010, quando il tasso di disoccupazione si aggirava intorno al 10%.

La percentuale del saldo del prestito studentesco in sospeso con un pagamento scaduto da almeno 90 giorni è più alta oggi - 11% - rispetto al 2010. Questo non è vero per la maggior parte degli altri tipi di debito dei consumatori:

delinquenza del prestito studentesco

( Federal Reserve Bank di New York )

I tassi di insolvenza federali, che misurano la percentuale di mutuatari che sono inadempienti sui loro prestiti nei primi due anni di rimborso, sono aumentati con l'arrivo della recessione. In un primo momento, l'aumento dei tassi è stato attribuito all'economia povera. (Se un mutuatario non ha effettuato un pagamento per almeno 270 giorni, il prestito è considerato inadempiente.) Ma hanno continuato a peggiorare e i tassi di insolvenza sono più alti ora di quanto non siano stati in 20 anni:

tassi di default

( Office of Federal Student Aid, Dipartimento della Pubblica Istruzione degli Stati Uniti )

I tassi di insolvenza sono un indicatore in ritardo: l'economia è stata leggermente migliore nel 2011 rispetto al 2009, ma da allora è migliorata ancora di più.Ma i dati più recenti del Dipartimento dell'Istruzione suggeriscono che la tendenza non si invertirà presto.

Delle persone con prestiti concessi tramite il programma di prestito diretto del dipartimento dell'istruzione, l'8,6% è attualmente inadempiente,rispetto al 7,5 percento del 2013. Una percentuale molto più alta di mutuatari con prestiti più vecchi del programma Federal Family Education Loan, ora interrotto, è inadempiente: 20,9 percento, rispetto al 19,2 percento del 2013.

Il fatto che le insolvenze sui prestiti studenteschi abbiano continuato a crescere mentre l'economia migliorava suggerisce che qualcosa non va.

Il debito del prestito studentesco non è come gli altri debiti

Nessuno può dire con certezza perché le insolvenze e le insolvenze sui prestiti agli studenti non diminuiscano, ma gli esperti di prestiti agli studenti affermano che ci sono alcune possibili spiegazioni.

il debito del prestito studentesco inesigibile non smette mai di restare in giro

Il debito del prestito studentesco è unito a mutui, carte di credito e prestiti auto per i rapporti della Fed di New York. Ma i prestiti agli studenti non funzionano allo stesso modo. Se sei in ritardo di mesi e mesi con un pagamento con carta di credito, alla fine il tuo saldo verrà addebitato o riferito a un'agenzia di riscossione e non verrà visualizzato nei dati della Fed di New York.se sei in ritardo con il mutuo, è possibile vendere la tua casa (a meno che tu non sia sott'acqua e la percentuale di persone che devono più di quanto valga la loro casa sta diminuendo). E sestai lottando con un sacco di debiti dei consumatori, puoi dichiarare bancarotta, cancellare il tuo mutuo e il debito dell'auto e della carta di credito e ricominciare da capo.

Ma il debito del prestito studentesco inesigibile non smette mai di rimanere in giro. Non puoi scaricarlo in caso di fallimento. È considerato delinquente o inadempiente fino a quando non viene rimborsato. Questo potrebbe essere il motivo per cui la Fed di New York non ha visto diminuire i tassi di insolvenza per i prestiti agli studenti come per le carte di credito, i prestiti auto e i mutui.

Il rimborso del prestito studentesco non è sempre un processo semplice. I mutuatari possono effettuare pagamenti standard per 10 anni oppure possono rimborsare il debito in base al reddito. Ci sono anche modi per evitare di pagare senza inadempienza attraverso un rinvio o una concessione. Se i prestatori di servizi di prestito non spiegano queste opzioni, i mutuatari potrebbero rimanere delinquenti avendo a loro disposizione altri percorsi.

'Ho lavorato con molte persone che sono appena entrate dicendo 'Sono nei guai' e portano buste sigillate e non hanno nemmeno guardato le informazioni', afferma Kevin Fudge, manager per gli affari governativi e le relazioni con la comunità presso l'American Student Assistance, che lavora con gli studenti indebitati.

Molti studenti debitori in difficoltà non sono laureati

I giovani laureati stanno affrontando un quadro occupazionale molto migliore rispetto a qualche anno fa: i tassi di disoccupazione per i giovani tra i 25 e i 34 anni con una laurea sono del 3,3 percento, in calo rispetto al 6,2 percento del 2010.

Ma le persone che si laureano non sono necessariamente responsabili del problema del default. La maggior parte delle persone che contraggono prestiti studenteschi alla fine si laurea, ma coloro che non lo fanno hanno molte più probabilità di avere difficoltà a rimborsare i loro prestiti:

abbandoni e gradi

( Settore dell'istruzione )

Ciò significa che un quadro occupazionale in miglioramento per i laureati potrebbe non raggiungere molte persone che stanno lottando per rimborsare i loro prestiti. Anche i tassi di disoccupazione per le persone con qualche università ma senza laurea sono migliori di alcuni anni fa, ma sono ancora più alti del tasso di disoccupazione per i laureati.

Ci sono notizie migliori in arrivo?

I dati della Federal Reserve hanno mostrato che il tasso di delinquenza è leggermente diminuito, dall'11,8 per cento alla fine del 2013 al 10,9 per cento. Un calo simile si è verificato la scorsa estate, ma il tasso è tornato a salire, quindi è troppo presto per dire se si tratta di un'anomalia o dell'inizio di un trend.

Il tasso dell'11% è il più basso degli ultimi nove anni

Un segnale più promettente è arrivato da Sallie Mae, presto conosciuta come Navient. 'Per i 12 milioni di clienti di prestiti federali e privati ​​che offriamo, la delinquenza e i tassi di insolvenza stanno migliorando', ha dichiarato l'amministratore delegato Jack Remondi in occasione della richiesta di utili a luglio.

Dei mutuatari che hanno iniziato a rimborsare i loro prestiti nel 2013, solo l'11% era inadempiente per più di 90 giorni nei primi sei mesi, secondo i dati interni dell'azienda. Nel 2010, il 22% dei mutuatari è rimasto indietro nei primi sei mesi. Il tasso dell'11% è il più basso degli ultimi nove anni, ha affermato Remondi.

Se altri gestori di prestiti agli studenti stanno vedendo una tendenza simile, potrebbe significare che i numeri migliori potrebbero essere all'orizzonte. Tuttavia, non è ancora chiaro con quale rapidità le tendenze in miglioramento per i mutuatari più recenti influenzeranno i numeri complessivi di insolvenze e inadempienze.

Gli economisti della Fed di New York affermano che i tassi di delinquenza sono più alti per i prestiti agli studenti contratti durante la Grande Recessione, quando i lavoratori disoccupati tornarono al college per cercare di acquisire nuove competenze. Quel gruppo di mutuatari potrebbe aver avuto un rischio di insolvenza più elevato rispetto ad altri. E con una finestra di rimborso standard di 10 anni, quei prestiti saranno sui libri per molti altri anni.